Cappella Mauriziano diventa sala d’attesa per tamponi

(ANSA) – TORINO, 23 OTT – La cappella trasformata in sala
d’aspetto per evitare di restare in coda al freddo, o sotto la
pioggia, per un tampone. L’iniziativa è dell’ospedale Mauriziano
di Torino, dove si trova uno degli hotspot scolastici del
capoluogo piemontese, che nel pomeriggio può essere utilizzato
anche da chi arriva dai Paesi ‘a rischio’ o ha bisogno di un
tampone per partire.
    “Con l’arrivo del freddo – spiega il direttore sanitario del
Mauriziano, la dottoressa Maria Carmen Azzolina – non potevamo
pensare di lasciare le persone ad aspettare all’aperto. Molte
hanno sintomi e ci sono molti bambini. Abbiamo individuato
quindi la cappella e abbiamo chiesto alla Diocesi di poterla
utilizzare dal lunedì al venerdì”. La Diocesi “non solo ha
accolto favorevolmente la proposta – sottolinea Azzolina – ma ci
ha detto di usarla anche il sabato e la domenica. E dal momento
che ora l’hotspot funzionerà anche il fine settimana la mattina,
da domani inizieremo a usarla”.
    Grazie al suo utilizzo circa un centinaio di persone possono
aspettare il tampone al caldo rispettando il distanziamento. “In
questo modo – conclude Azzolina – la coda all’esterno è
diminuita notevolmente. Una novità – assicura – accolta molto
bene non solo dalla Diocesi, che ha avuto parole di
apprezzamento per l’iniziativa, ma soprattutto dall’utenza”.
    (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte