Cascina, la sinistra si riprende il comune della Ceccardi

È in corso lo spoglio per le elezioni comunali di Cascina (Pisa), comune che nel 2016 vide la vittoria di Susanna Ceccardi (Lega). Quando sono state scrutinate 31 sezioni su 36 Michelangelo Betti (centrosinistra) è in testa con il 59,05% contro il 40,95% di Leonardo Cosentini (centrodestra). Ha votato il 52,45% degli aventi diritto, pari a 18.992 elettori su 36.208 aventi.

A caldo Betti commenta così il proprio successo: “Non è una rivincita per il centrosinistra, le rivincite si basano su un’idea di vendetta. Noi abbiamo pensato al nostro territorio. La campagna anti l’ha sempre fatta qualcun altro, noi abbiamo fatto una proposta ai nostri concittadini, sui piccoli bisogni e sulle cose concrete”.

Nel ballottaggio oltre che sulla base del 38,7% ottenuta al primo turno (9.351 voti), Betti poteva contare sul 7,7% di consenso della coalizione di Fabio Poli (Lavoro Sviluppo Ambiente, M5S) e sul 9,11% ottenuto da Cristiano Masi (Progetto Cascina e Cristiano Masi sindaco). Il candidato del centrodestra Cosentini, invece, si presentava con il 33,1% (8.006 voti) ottenuto dal centrodestra, più il 9,11 di Dario Rollo (Valori e Impegno Civico), ex vicesindaco e sindaco facente funzione dopo l’addio di Susanna Ceccardi avvenuto a seguito dell’elezione al Parlamento europeo.


Fonte originale: Leggi ora la fonte