CESENA. Canile intercomunale di Rio Eremo, approvato il progetto definitivo. I lavori, dell’ammontare di 275 mila euro, saranno avviati nella primavera 2022

 

Affidamento dei lavori ad aprile e partenza del cantiere entro la primavera 2022. L’approvazione del progetto definitivo di ampliamento e di ristrutturazione del canile intercomunale di Cesena segna l’avvio di un percorso che sarà caratterizzato da un cronoprogramma ben definito e corrispondente a un investimento complessivo dell’Amministrazione comunale di 200 mila euro, a cui si somma un contributo regionale di 75 mila euro.

Il canile comunale nasce dall’esigenza di offrire alla popolazione canina presente sul territorio, ricovero e assistenza, nonché di contrastare e ridurre il fenomeno del randagismo. Su queste basi, e al fine di ottimizzare tutte le attività proposte, gli uffici comunali hanno redatto un progetto che prevede una serie di interventi di ampliamento alla struttura esistente e altri di minima ristrutturazione della stessa, finalizzati agli adeguamenti normativi e miglioramenti funzionali che si rendono necessari.

“Dopo aver assegnato il servizio di gestione alla ditta Obiettivo solidale Società cooperativa sociale onlus di Gatteo che collabora con l’Associazione cesenate Protezione animali (A.C.P.A.) – commenta l’Assessora Francesca Lucchi – procediamo ora sul fronte strutturale, sostenuti da un contributo regionale di 75 mila euro, che andrà a sommarsi alle risorse comunali. Il canile di Cesena svolge un ruolo centrale per il territorio, con attività inerenti ai servizi di accalappiamento, recupero, custodia, mantenimento e cura degli animali abbandonati sul territorio dei Comuni della Valle del Savio e del distretto del Rubicone. Al fine di adeguare la struttura e di renderla ulteriormente funzionale – prosegue l’Assessora – dalla prossima primavera interverremo realizzando nuove strutture e box da destinare ai sequestri e alla quarantena, di cui oggi la struttura è priva. A questi si sommeranno altri lavori di ripristino e di natura idrualica. Contiamo di concludere l’intervento entro la fine del 2022”.  Si è previsto inoltre di realizzare un viale alberato parallelo a Via Sorrivoli.

I nuovi box per la quarantena, saranno realizzati con soluzione prefabbricate, provvisti di copertura e cuccia, dotati di pannellature laterali di separazione per impedire interferenza tra gli animali ospitati. La muratura in elevazione sarà impermeabilizzata e protetta con rivestimento ceramico nella parte interna. Tutte le nuove recinzioni perimetrali a delimitazione delle aree in ampliamento e delle nuove aree di sgambamento, saranno realizzate con pali in ferro zincato. Le compartimentazioni dei reparti di quarantena e di tutte le ulteriori suddivisioni interne, saranno realizzate, con pali in ferro; allo stesso modo saranno realizzate anche le compartimentazioni delle aree di sgamba mento. È inoltre in programma la realizzazione di una struttura in calcestruzzo a un piano dotata di pilastri verso il fabbricato esistente e di muri di contenimento contro terra dotati di impermeabilizzazione e drenaggio per la raccolta delle acque meteoriche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *