Cesena. Condanna definitiva per l’assassino di Manuela, ad ucciderla fu il marito che a distanza di oltre vent’anni andrà in carcere

La Corte di Cassazione ha confermato ieri la condanna a 20 anni per il marito di Manuela Teverini, scomparsa ad aprile del 2000. Ci sono voluti dunque oltre 20 anni – nei quali il marito ha trascorso in carcere un solo mese – per arrivare ad una condanna definitiva. Fu l’uomo, dal quale Manuela desiderava separarsi, ad ucciderla quando la loro bimba aveva appena 4 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *