CESENA. “Dona un libro ad un piccolo lettore”, nuovo sodalizio tra libreria Mondadori di Cesena e Pediatria di Comunità per promuovere la lettura nell’infanzia

 

Una nuova iniziativa solidale finalizzata a promuovere e sostenere la lettura fin dalla tenera età: “Dona un libro a un piccolo lettore”, è il nome del progetto che la libreria Mondadori di Cesena sostiene insieme alla Pediatria di Comunità di Ausl Romagna, ambito di Cesena.

La libreria aderisce all’iniziativa promuovendo l’acquisto di libri che i clienti, se desidereranno partecipare, lasceranno in negozio, per essere successivamente consegnati  alla Pediatria di Comunità.

I libri saranno donati ai nuovi nati, durante le visite domiciliari che da anni vengono eseguite dalle operatrici sanitarie sul territorio dell’Ausl Romagna ambito di Cesena, a sostegno della genitorialità. “Parlare, leggere, raccontare ai piccolissimi concorre sia allo sviluppo intellettivo che relazionale in maniera significativa – afferma Ginetta Nucci, infermiera referente del progetto – Ogni libro donato andrà ad arricchire una nuova famiglia in un’ottica di equità ed uguaglianza”.

Non solo, i libri saranno in parte destinati anche ai piccoli che accedono alla Pediatria di comunità in occasione della somministrazione delle vaccinazioni dell’infanzia.

“E’ una iniziativa bellissima – interviene Teresa Ghini, pediatra Responsabile del Progetto Nati per leggere, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri – un libro regalato ad un bambino piccolo e letto a lui da un famigliare, lo arricchisce talmente da avere effetti nel lungo periodo, facendo di lui un adulto più completo e un cittadino migliore. Spero che in tanti scelgano di sostenere questo progetto e ringraziamo la libreria Mondadori per il supporto che anche quest’anno, come in altre occasioni, ha voluto darci.”

E’ motivo di grande orgoglio – aggiunge Sandra Bandi, titolare della libreria cesenate – collaborare con iniziative così importanti: sensibilizzare le persone ad investire sul futuro del Paese, perchè… un bambino che legge diventerà un adulto che pensa…la civiltà di un Paese è direttamente proporzionata alla cultura delle persone che ci abitano. Mi auguro che queste nuove generazioni possano coccolarsi con tanti libri”.

Un ringraziamento giunge anche dalla direzione dell’Azienda USL della Romagna, per la passione e il senso di comunità che connotano la gestione della Libreria, che consolida la sua collaborazione al progetto di promozione della lettura in età pediatrica e infine a  tutte le persone che sceglieranno di donare, contribuendo ad incentivare la presenza dei libri anche nei luoghi cura e a regalare emozioni ai bambini che accedono alle strutture sanitarie.

auslromagna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *