CESENA. FEDERICO FELLINI, DA CESENA AL MONDO GLI SCATTI INEDITI DI PAUL RONALD DA IERI SONO IN MOSTRA A ISTANBUL

La bandiera di Cesena sventola alta nel mondo con le mostre del Centro Cinema cittadino che
periodicamente trovano un nuovo allestimento nei diversi Paesi. In particolare quella su 8 ½ di
Federico Fellini, con le foto inedite di Paul Ronald. La mostra promossa dal Centro Cinema Città di
Cesena e dalla Regione Emilia-Romagna, che nella versione più estesa (“Fellini ritrovato”) è stata
allestita nella Galleria comunale del Ridotto nei mesi di luglio e agosto, continua a essere richiesta
all’estero e tra settembre e ottobre farà tappa in diverse altre città. Dal 10 settembre al 10 ottobre sarà
ospitata a Istanbul presso la galleria Taksim Sanat, con un allestimento curato dal locale Istituto
Italiano di Cultura. In seguito, dal 14 settembre al 1° di ottobre, troverà spazio a Grenoble, nei
locali de La Maison de l’International, proposta dall’associazione Dolce Cinema che cura anche il
festival dedicato al cinema italiano. In un’altra ala dello stesso edificio sarà allestita invece la mostra “A
tavola con Fellini, ricordando l’Artusi”, un’esposizione di taglio culinario organizzata dal nostro Centro
Cinema in collaborazione con Regione, Casa Artusi e Cineteca del Comune di Rimini.
La mostra su 8 ½ volerà anche a Lima in Sudamerica dal 1° al 15 ottobre, in versione digitale
ospitata dal sito della Pontifica Universidad Católica del Perú, su iniziativa dell’Istituto Italiano di
Cultura della capitale peruviana. Decisamente a noi più vicino, il prossimo SiFest di Savignano sul
Rubicone, accoglierà il 18, 19 e 20 settembre, all’interno del cartellone della sua 29esima edizione,
l’esposizione “Ombre felliniane”, con fotografie sempre di Paul Ronald, proposta dal Centro Cinema.
Tutte le mostre sono a cura di Antonio Maraldi.
“Fellini ritrovato. 8 ½ nelle foto inedite di Paul Ronald” è un’esposizione realizzata con gli scatti da
set, rimasti inediti per decenni, di Paul Ronald, fotografo di scena ufficiale del film. Dagli oltre 2.200
negativi e dalle 250 diapositive a colori, donate dal fotografo stesso al curatore, è scaturita una mostra,
inizialmente di sole 50 immagini, accolta tra le iniziative proposte dal comitato nazionale delle
celebrazioni felliniane. La mostra è già stata ospitata a Rio De Janeiro, Helsinki, Bratislava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *