CESENA. In common sports, allenamenti annullati e festa conclusiva del progetto rimandata

 

In Common sports, il progetto triennale finanziato nell’ambito del programma europeo “Erasmus+Sport”, teso a promuovere stili di vita attivi tra le persone over 60, dà l’arrivederci alla prossima primavera per la festa conclusiva. La Città di Cesena, in accordo con gli altri partner europei del progetto, a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria COVID-19, ha sospeso gli allenamenti comunicando ai partecipanti la volontà di tornare ad allenarsi tutti insieme il prima possibile, anche se al momento – considerata la non uniformità della situazione emergenziale in Europa – risulta difficile garantire una ripresa delle attività. Inoltre, è stato rimandato a data da definire anche l’evento conclusivo del progetto, previsto a novembre in tutti i Paesi partner del progetto.

“La decisione – commenta l’Assessora con delega ai Progetti Europei Francesca Lucchi – è stata assunta proprio per tutelare la salute degli 80 partecipanti che purtroppo in questi mesi non hanno potuto condividere gli allenamenti come previsto. L’emergenza sanitaria infatti non ha consentito la conclusione delle lezioni programmate anche se i partecipanti al progetto hanno proseguito gli allenamenti da casa con i video realizzati dalla trainer Sabrina Colaci. Inizialmente, d’accordo con gli altri partner europei del progetto avevamo pensato di recuperare a settembre gli allenamenti annullati. Tuttavia, il perdurare dell’attuale contesto emergenziale non ci ha consentito una piena ripresa delle attività”.

Il progetto “In common sports” vede il Comune di Cesena membro di un partenariato composto da enti e organizzazioni di cinque paesi membri dell’Unione europea, al fianco del Comune di Vila Nova de Cerveira (Portogallo), dell’Istituto Politecnico di Viana de Castelo (Portogallo), dell’Università di Vigo (Spagna) e Aksakovo (Bulgaria), e della società di comunicazione ungherese Zöldpont Egyesület es Szerkesztöseg. Tra i principali obiettivi la diffusione della pratica sportiva tra le fasce della popolazione meno assidue all’esercizio fisico (nel caso specifico le persone in età avanzata) e lo sviluppo di strategie efficaci per la promozione di stili di vita salutari nella popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *