CESENA. Le associazioni di stranieri incontrano l’amministrazione comunale nell’ambito del progetto europeo Values

 

Integrazione, volontariato e comunicazione interculturale. Sono questi i tre pilastri su cui si basa il progetto europeo VALUES, finanziato nell’ambito del programma europeo FAMI – Fondo asilo, migrazione ed integrazione (Asylum, Migration and Security Fund) che ha l’obiettivo di facilitare l’integrazione di cittadini stranieri, migranti, profughi e richiedenti asilo nell’Unione Europea attraverso lo scambio di competenze e buone pratiche tra città e reti di volontari a livello transnazionale.

Con questo proposito e con l’obiettivo di costruire una comunità urbana accogliente, nella serata di ieri, mercoledì 7 ottobre, nella Sala del Consiglio di Palazzo Albornoz l’Amministrazione comunale ha incontrato i rappresentanti delle Associazioni di stranieri presenti a Cesena proseguendo il dialogo che ha visto una sua prima tappa nell’autunno 2019. “Nella casa dei cittadini – ha commentato l’Assessora all’Integrazione Carmelina Labruzzo – oggi c’è il mondo. L’incontro odierno è incastonato in un progetto avviato da 16 città europee, tra cui Cesena, nel novembre 2018 e che terminerà il prossimo febbraio. L’obiettivo è promuovere insieme l’integrazione dei cittadini stranieri attraverso il volontariato e mediante una comunicazione priva di stereotipi e di inesattezze che spesso distorcono la realtà. Per questa ragione come Comune abbiamo aderito al ‘Manifesto della Comunicazione Istituzionale Intercultuale’  nato nell’ambito del percorso formativo ‘Comunicazione istituzionale interculturale’ realizzato dalla Regione Emilia-Romagna e da ANCI Emilia-Romagna, che ha anche lo scopo di promuovere l’inclusione degli studenti stranieri e di qualificare e facilitare l’accesso dei cittadini stranieri al sistema integrato dei servizi territoriali. Siamo qui – ha proseguito l’Assessora – perché ciascuno condivida le proprie impressioni e perché le realtà che convivono sul nostro territorio possano dialogare tra di loro e con l’Amministrazione comunale. È indispensabile fare rete per guardare alla città del domani. VALUES rappresenta una grande opportunità per far nascere sinergie tra i diversi progetti e aumentare la conoscenza reciproca tra le diverse associazioni”. All’incontro erano presenti la Dirigente del Settore Servizi alle Persone e alle famiglie (Servizi sociali) Barbara Solari e la Presidente dell’Azienda Pubblica di Servizi alla persona del Distretto Cesena – Valle Savio (ASP) Elena Baredi e la Responsabile ASP dei Servizi Area Immigrazione Cinzia Pieri.

Il progetto VALUES, oltre a Cesena, coinvolge altre 16 città europee provenienti da Spagna, Francia, Olanda, Germania, Inghilterra, Grecia, Repubblica Ceca, Lituania ed è coordinato da EUROCITIES, una rete di città europee che si occupa di portare all’attenzione dell’Unione Europea le necessità delle città in ambito economico, politico, sociale e culturali. Tra i partner di progetto anche il CEV (Centro Europeo del Volontariato) con sede a Bruxelles. Il progetto intende sviluppare una comunità locale accogliente sviluppando spazi di incontro e dialogo con le comunità straniere e permetterà di promuovere attività di volontariato innovativo per l’integrazione attraverso la formazione di giovani volontari e la partecipazione a meeting all’estero e study visit per scambiare buone pratiche con altre città europee che si impegnano su questi temi (Mentoring visits e Volunteer-exchanges). Il cuore del progetto è rappresentato dallo scambio di conoscenze e di buone pratiche per creare delle reti locali capaci di progettare in maniera integrata con l’obiettivo finale di definire un Piano che contenga una visione di lungo raggio e delle linee guida per sviluppare progetti di volontariato in grado di creare spazi urbani accoglienti. Nell’ambito del progetto, il Comune in collaborazione con il Centro Stranieri e il Centro Interculturale Asp ha costruito una prima mappatura delle Associazioni di cittadini stranieri della città proprio per avviare un percorso di approfondimento, aggiornamento e conoscenza delle realtà che all’interno delle Comunità straniere sviluppano azioni di volontariato.

All’incontro hanno preso parte le Associazioni “Donne marocchine di Romagna”, “Polonia”, “Camerun”, “Centro di cultura e Studi islamici della Romagna”, “Es Salam” (Scuola araba), “Yakkar”, “Cittadini Costa d’Avorio”, “DOMINAE”, “Benin Novignon”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *