Cesena. “Le due chiavi”, presentazione del libro che ripercorre la vita del primario Robusto Mori. Venerdì 10 dicembre nella Sala convegni dell’Ospedale “Bufalini”

“le due chiavi”, presentazione del libro che ripercorre la vita del primario di cesena robusto mori

venerdì 10 dicembre nella sala convegni dell’ospedale “bufalini” – ore 15

 

 

 

Venerdì 10 dicembre, alle 15, nella Sala Convegni dell’Ospedale “Bufalini” Francesco Ciotti, pediatra della Divisione Pediatrica del Bufalini, presenterà il libro “Le due chiavi. Cronache da sottoterra” (Ponte Vecchio, 2020). L’evento, che sarà condotto dalla giornalista Elide Giordani e a cui prenderanno parte l’Assessore alla Cultura Carlo Verona, il Direttore Sanitario Mattia Altini, lo storico della medicina Giancarlo Cerasoli e il Direttore Generale Tiziano Carradori, è teso a presentare la costruzione della medicina moderna a Cesena dopo l’Unità d’Italia ad opera del primo primario medico ospedaliero della città, Robusto Mori, uno dei più illustri allievi di Maurizio Bufalini nella Clinica Medica di Firenze.

 

Robusto Mori nei suoi quarant’anni di attività a Cesena affrontò con soluzioni innovative problemi di medicina clinica e sociale difficili come l’alta mortalità per le malattie infettive, la vaccinazione non obbligatoria nelle epidemie di vaiolo, gli incidenti di lavoro e le malattie professionali dei minatori, i rapporti con la Chirurgia, coi medici di condotta territoriali e con il Comune di Cesena, finanziatore dell’ente ospedaliero. Seguendo la vita di Mori, il libro ripercorre la storia travagliata del Risorgimento nella seconda metà dell’800 a Cesena e nella Romagna.

 

Il libro ha già riscosso importanti riconoscimenti come la “Targa Città d Cattolica” nel 2020 e il premio “Cesena e le sue pagine” nel 2021. I proventi ricavati dalla vendita, che sarà assicurata in loco dalla libreria Giunti, saranno devoluti in beneficenza ai Progetti di Umanizzazione del Reparto di Pediatria dell’Ospedale “Maurizio Bufalini”.

 

 

Cesena, 6 dicembre 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *