CESENA. NATALE. LEGA: ANCORA IGNOTE RISORSE COMPLESSIVE E PROGRAMMA, MA LA GIUNTA SI AUTOINCENSA

NATALE. LEGA: ANCORA IGNOTE RISORSE COMPLESSIVE E PROGRAMMA, MA LA GIUNTA SI AUTOINCENSA

Cesena, 6 novembre. “Se non fossero cose serie, anzi serissime, penseremmo a una puntata di scherzi a parte. Parliamo delle misteriose iniziative della Giunta Lattuca per le festività natalizie, ancora ignote nonostante siano già state celebrate in un comunicato diffuso venerdì 5 dicembre dall’amministrazione comunale”.
Così in una nota i consiglieri del gruppo Lega.
“Al di là dell’importanza della ricorrenza religiosa, è scontato che il periodo delle festività natalizie sia un’occasione importante per tutte le località per incrementare visitatori e turisti con allestimenti sempre più accattivanti e intrattenimenti di qualità anche sul piano culturale. Si tratta, per i Comuni, di un investimento di risorse e non di spreco di denaro pubblico poiché è vitale, soprattutto dopo due anni di restrizioni, rilanciare commercio e turismo unitamente a tutte le filiere dell’economia locale che orbitano intorno a questi settori. A Cesena, tuttavia, non è stato ancora organizzato alcun programma di eventi e spettacoli di livello, studiati e coordinati per tematiche, né è stato previsto un calendario di manifestazioni da poter pubblicizzare fuori provincia e, magari, fuori regione per attrarre nuovi visitatori. Nonostante le ripetute richieste della Lega, inoltre, non è ancora possibile conoscere la somma complessiva destinata dalla Giunta Lattuca alle festività natalizie. Le luminarie, un dejà vu della modestissima performance degli allestimenti del Natale 2020, sembra siano costate 79.000 euro. La Giunta, poi, ha appena reso noto che saranno stanziati ‘ulteriori’ 30.000 euro (ulteriori rispetto a cosa?) per iniziative prodotte da soggetti del Terzo settore per cui sarà pubblicato un apposito bando pubblico comunale che scadrà sabato 27 novembre, tra soli 20 giorni. I progetti, finanziati per il 70 per cento, saranno ‘selezionati’ dal Comune, il tutto sembra deciso con il supporto delle Associazioni di categoria. Ma c’è davvero chi pensa che in venti giorni soggetti (quali?) del Terzo settore possano mettere in piedi iniziative qualificanti e coordinate fra loro che riescano a competere con le programmazioni e gli allestimenti di altre località romagnole che si sono attivate da mesi? C’è chi sostiene, soprattutto in maggioranza, che i cesenati saranno contenti anche così. Non c’è dubbio che il centro storico si vivacizzerà anche con la presenza scontata del trenino, dei ‘babbi natale’ e delle renne. Ma rimarrà pur sempre un fatto ristretto e localistico. Nessuna spinta a volare un po’ più alto, a elaborare un programma più studiato e di eccellenza come Cesena meriterebbe”.

Ufficio Stampa Lega Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *