CESENA. NUOVE SPECIE ITTICHE IMMESSE NELLE ACQUE DEL FIUME SAVIO ASSESSORA FRANCESCA LUCCHI: “DALLA BUONA SALUTE DEL SAVIO DIPENDE IL BENESSERE DEL NOSTRO TERRITORIO”

 

Questa mattina, in occasione dell’iniziativa mondiale “World Fish Migration Day”(WFMD) che
riguarda la tutela delle specie ittiche migratrici (https://www.worldfishmigrationday.com/), sono state
immesse nel tratto del Fiume Savio compreso tra il Ponte Vecchio e il Ponte Nuovo giovanili di due
specie ittiche autoctone in via di estinzione in “Red List” quali l’anguilla europea (Anguilla anguilla) e lo
storione cobice dell’adriatico (Acipenser naccarii). L’attività, di alto valore scientifico, è stata realizzata
dall’Università di Bologna – Dipartimento di Veterinaria, e dal professore Oliviero Mordenti.
“Questa – commenta l’Assessora alla Sostenibilità ambientale e all’Università Francesca Lucchi – è una
giornata significativa perché Cesena ancora una volta si schiera dalla parte dell’ambiente accogliendo
con favore un’importante azione di biodiversità proposta dalla Regione Emilia-Romagna e dal Centro
Universitario di Produzioni Ittiche del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di
Bologna. L’iniziativa è di particolare rilevanza naturalistica ed ambientale, in quanto, per la prima volta
nella nostra provincia, specie ittiche di pregio in via di estinzione sono state immesse nel nostro fiume
Savio e in altri corsi d’acqua del territorio. La salute del territorio si tutela anche salvaguardando i fiumi
e attuando politiche concrete a favore della biodiversità”.
Alle operazioni hanno preso parte anche i tecnici del Servizio territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di
Forlì-Cesena, alcuni rappresentanti delle associazioni Piscatorie locali e alcuni membri della Consulta
Ittica Territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *