CESENA. PROGETTO ‘PALAZZACCIO’ IMPROPONIBILE. LEGA: IL PARCO VA MANTENUTO, RIQUALIFICARE STRUTTURA SEICENTESCA PER USO PUBBLICO

Cesena, 15 luglio. “Fake news” sul Palazzaccio? No, caro sindaco Lattuca, il progetto che cancellerebbe l’unico vero ‘polmone verde’ della Fiorita c’è o, meglio, c’era. Ma è stato bocciato sonoramente dalla Regione perché gli uffici comunali, presentando la manifestazione d’interesse al bando regionale e il relativo progetto, avrebbero sbagliato l’offerta economica di un milione. Meglio così. Perché il progetto è davvero scandaloso e in totale contrasto con le ‘svolte verdi’ della Giunta cesenate. Il Palazzo del Diavolo (questo il nome con cui questa antica struttura è conosciuta) è in stato di abbandono, dovrebbe essere ristrutturato e utilizzato come centro pubblico. Insiste in un’area verde molto frequentata dai residenti. Ebbene il progetto comunale, se approvato dalla Regione, avrebbe previsto la cancellazione del parco con la costruzione di due palazzine di cubatura analoga a quella del ‘Palazzaccio’, circa 6.000 mc, da adibire a alloggi, sembra per homeless o comunque per persone emarginate. Non a caso la notizia del progetto ha creato sconcerto e preoccupazione non solo per la questione del ‘verde’ e di ulteriore ‘cementificazione’, ma anche per il rischio concreto di situazioni di degrado in un quartiere oggi tranquillo. Tra l’altro, sembra che il progetto sia stato elaborato in variante al Piano regolatore e, addirittura, che nessuno si sia preso la briga di sottoporlo alla Soprintendenza prima di inviarlo in Regione. Insomma, un grandissimo pasticcio che Lattuca cerca di minimizzare, senza riuscirvi. Ora aspettiamo di vedere i volantini che il Comune distribuirà ai residenti: l’auspicio è che l’amministrazione rassicuri tutti sul fatto che il parco del Palazzaccio rimarrà intatto e che l’antica struttura sarà riqualificata, quando sarà possibile, rispettandone la funzione pubblica”.
Lo affermano i consiglieri del gruppo Lega in una nota.

Ufficio Stampa Lega Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.