CESENA. Tutto pronto per l’edificazione della nuova sede di Psicologia. I lavori dureranno 3 anni

 

È tutto pronto per l’edificazione della nuova sede del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna, nuovo importante tassello per il rinnovato Campus di Cesena che sorge nell’area dell’Ex Zuccherificio. È infatti terminata la prima fase propedeutica ai lavori di edificazione: un intervento che prevede quelle lavorazioni che contengono il maggior grado di imprevisto in modo da garantire una fase di edificazione più rapida e senza intoppi.

Sono state realizzate quindi tutte le indagini geologiche necessarie e sono state eseguite le operazioni di scavo di sbancamento totale di tutta l’area di sedime del fabbricato, insieme alle opere per il sostegno del marciapiede di via Quasimodo. È stato inoltre preparato il sito dei lavori con la sistemazione della recinzione e la creazione degli accessi al cantiere. Infine, tutta l’area è stata interessata dalle bonifiche del terreno con la rimozione dei materiali rinvenuti nel sito durante le operazioni di scavo profondo. Questo intervento propedeutico – del valore di 550.000 euro – permetterà ora di far svolgere in maniera lineare e veloce la seconda fase dell’opera, quella di costruzione vera e propria, che avrà un quadro economico di circa 15 milioni di euro. La nuova sede di Psicologia prevede la realizzazione di una grande Aula Magna, che succederà quella esistente nella sede di piazza Aldo Moro. Le nuove aule e servizi didattici permetteranno di sostituire totalmente la sede attuale, che tornerà nella mani del Comune. Il nuovo edificio avrà un funzionamento integrato con il resto del Campus: il dipartimento di Ingegneria, architettura, scienze e tecnologie informatiche e la biblioteca centralizzata.

Dureranno 3 anni i lavori per la nuova Psicologia: l’anno accademico favorito per l’ingresso dei futuri studenti è il 2025/26. Col mandato in scadenza il prossimo 31 ottobre, Francesco Ubertini esprime la soddisfazione per i lavori svolti a Cesena durante i suoi 6 anni da rettore dell’Unibo: “Dal 2015 a oggi abbiamo inaugurato il Campus, il nuovo studentato e abbiamo progettato l’ultimo tassello per la sede di Psicologia e gli uffici amministrativi, che completeranno questo straordinario insediamento”. Dopo il plauso all’efficacia dei lavori pubblici a Cesena, Ubertini riconosce l’importanza data all’università da parte del territorio: “Non ci sono esempi analoghi di un investimento così generoso e importante del territorio sull’università come è avvenuto in Romagna. Il territorio romagnolo ha investito in università più di quanto l’Europa ha investito sull’Alma Mater. Il volume di fondi di progetti di ricerca che l’Alma Mater trae in Europa è confrontabile con il sostegno che riceve in Romagna dal territorio. È un asset straordinario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *