Cesena. Un’altra palestra vuole resistere: “noi non ci fermiamo”

Le palestre insorgono l’una dopo l’altra. Così forse ispirata dal titolare della palestra che si era rifiutato di chiudere nonostante il divieto e che per questo è stato subito visitato dalla polizia che ha elevato una sanzione e provveduto alla chiusura, un’altra struttura prova a resistere adibendo a palestra il piazzale usualmente destinato alle auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *