CESENA. Videosorveglianza e rete M.A.N., approvato il progetto che interesserà Diegaro, Dismano e Valle Savio

 

Questo secondo lotto dei lavori arriva dopo gli interventi eseguiti nell’anello centrale della città 

Cesena mira a diventare una città ultraconnessa e intelligente, partendo dalla creazione di uno strato tecnologico di base, capillare e uniformemente distribuito sul territorio che possa costituire l’innesto per una serie di servizi evoluti. L’infrastruttura di base, necessaria a questo scopo, è una importante rete in fibra ottica Metropolitan Area Network (MAN), in grado di interconnettere l’intero territorio veicolando un’ampia serie di dati e servizi. A partire dal 2018 Energie per la Città Spa ha assunto il ruolo di referente tecnico per la gestione e la progettazione della M.A.N. suddividendo l’intervento in due lotti esecutivi.

Dopo la realizzazione del progetto del 1° lotto, per un importo di 2 milioni e 200 mila euro, che ha coperto tutto il centro cittadino, dalla rotonda di Torre del Moro allo Stadio, oggi la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica “Metropolitan Area Network e Videosorveglianza – 2° lotto – Stralcio B – Opere Impiantistiche e Informatiche”, dell’ammontare complessivo di 500 mila euro.

“Con questo secondo stralcio del progetto – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – intendiamo dotare una seconda parte del territorio comunale di un sistema di videosorveglianza e di lettura targhe nei territori di Diegaro, Dismano e Valle Savio. Nello specifico, copriremo le tre dorsali: dalla rotonda Torre del Moro a Sud verso San Vittore, a Ovest fino a Diegaro e a Nord fino a Pievesestina. La sicurezza contraddistingue la qualità della vita in una città. È un tema a cui riserviamo da sempre un’attenzione ampia con una serie di azioni politiche concrete, intraprese in collaborazione con la Polizia Locale, tutte le forze dell’ordine e le autorità competenti. Proprio a supporto della loro azione e sulla base del coordinamento dei presidi della sicurezza pubblica, abbiamo intrapreso un percorso congiunto, che se da un lato vede l’ampliamento dell’organico della nostra Polizia Locale, dall’altro è caratterizzato dall’implementazione del sistema di videosorveglianza con accesso diretto al server. Da questo punto di vista – prosegue il Sindaco – stiamo potenziando i sistemi di lettura targhe, ve ne sono già installati e collaudati in attesa che dal Ministero dell’Interno autorizzino la connessione al server centrale, e prendono avvio ora i lavori della rete M.A.N. da Torre del Moro verso le tre direttrici territoriali. Questo tipo di intervento ha una dotazione finanziaria che consentirà di collegare in fibra gli edifici pubblici di interesse pubblico, di installare in 68 punti di controllo telecamere di videosorveglianza e ulteriori 22 di lettura targhe in altrettante aree strategiche”.

Con l’approvazione del progetto, il Comune di Cesena con il contributo di Energie per la città procederà ora con la richiesta di un contributo pari a 405 mila euro al Ministero dell’Interno, a fronte di un cofinanziamento comunale di 95 mila euro. Per rendere connesso tale sistema, è già in corso di realizzazione l’infrastruttura in fibra ottica in grado di veicolare il flusso dei dati dai vari punti di ripresa ad un centro unico di elaborazione dati, collegato con tutte le Forze dell’ordine.

Il progetto complessivo, che prevede di interconnettere l’intero territorio comunale attraverso la rete in fibra ottica Man, prevede l’installazione di 450 telecamere. Le opere relative al primo stralcio hanno interessato tutte le zone del centro urbano, dal Ponte Nuovo a via IV Novembre, da piazza del Popolo alla Rocca, da via Cesare Battisti a via Finali, dal Teatro Bonci a Madonna delle Rose, e ancora la zona dell’Osservanza, Ponte Abbadesse, la zona dello Stadio fino all’area della Stazione ferroviaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *