CESENATICO. Festa del Mare, tradizione, ambiente e legalità. In lista per Cesenatico in Comune, Alessandro Chionchio e William Piscaglia

 

Mare, legalità, ambiente e l’istituzione del Festival del Mare. La lista civica Cesenatico in Comune,
nella coalizione che sostiene il candidato di centro-sinistra Matteo Gozzoli alle prossime elezioni
amministrative, presenta due candidati al Consiglio Comunale, due uomini con il mare nelle vene.
Alessandro Chionchio e Wiliam Piscaglia.
Alessandro Chionchio. Sottufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto in servizio presso la
Direzione Marittima di Ravenna, 46 anni.
“La passione per il mare mi ha spinto fin da bambino a perseguire una professione che avesse al
centro il mare e sono riuscito nel mio intento. Per 12 anni ho svolto servizio presso la Capitaneria
di Porto di Cesenatico e ho vissuto con la mia famiglia in questa splendida cittadina. Nel mio lavoro
mi sono occupato prevalentemente di pesca e ambiente e mi piacerebbe riuscire a mettere in rete
tutte quelle realtà che a Cesenatico si occupano di mare come l’Università, il Centro Ricerche
Marine, il Museo della Marineria, i pescatori, i cantieri navali, gli operatori di spiaggia, il mercato
ittico e tutte le realtà che hanno a che fare con il mare, affinché si riesca a valorizzare al meglio
una città a vocazione marinara come Cesenatico. L’obiettivo è di elaborare progetti condivisi che
possano creare occupazione e crescita. Altro punto a cui tengo è la sostenibilità ambientale
partendo dall’educare anche i più giovani al rispetto del territorio e delle risorse disponibili”.
William Piscaglia. Ha trascorso la sua infanzia in cima al molo di Cesenatico e per 40 anni ha svolto
il lavoro dei suoi sogni: il pescatore. Oggi in pensione, è impegnato nel volontariato.
“Il contributo che posso dare a Cesenatico in Comune è valorizzare la tradizione della marineria di
Cesenatico, non solo per l’aspetto produttivo ed economico, ma soprattutto per quello storico e
culturale. Uno dei nostri progetti è istituire la Festa del Mare e della cultura marinaresca, dando
valore alla conoscenza di saperi e pratiche tradizionali della pesca e della navigazione, con lo scopo
di sensibilizzare i giovani, e non solo, alla difesa e alla tutela del mare, attraverso narrazioni,
approfondimenti e alle diverse espressioni artistiche. Vorrei organizzare dei corsi, dove si
insegneranno le competenze riconducibili a un sapere antico del mondo dei pescatori, ossia
rammendare, ricucire e rimettere a posto le reti da pesca, un mestiere andato quasi
completamente in disuso e che continua a esistere soltanto grazie all’impegno dei vecchi
pescatori. Le reti da pesca sono infatti lo strumento fondamentale di ogni pescatore e i “retai”
sono artigiani provetti che mettono la loro preziosa competenza al servizio dei pescatori da secoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *