CESENATICO. L’Assessore alla Sanità Raffaele Donini incontra Matteo Gozzoli al Museo della Marineria: a Cesenatico in arrivo Ospedale di Comunità, Casa della Salute e Centro Operativo Territoriale

 

Intanto ieri la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Romagna ha discusso e approvato gli investimenti ricadenti nel Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) relative alla sanità territoriale compresi: per Cesenatico ampliamento dell’Ospedale Marconi con OSCO, COT e Nuova Casa della Salute

Cesenatico, 28 settembre_ La sanità continua a essere al centro dei programmi del Candidato
Sindaco Matteo Gozzoli e continua il dialogo anche con le istituzioni: sia quello avviato da
tempo con AUSL Romagna che quello con la Regione Emilia-Romagna. Nella giornata di
domani sarà ospite a Cesenatico Raffaele Donini, Assessore Regionale alla Sanità, che
incontrerà la cittadinanza alle 17 al Museo della Marineria. Sarà l’occasione migliore per
parlare dell’intervento di ampliamento dell’Ospedale Marconi per una nuova Casa della Salute a
Cesenatico. Proprio ieri la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria della Romagna ha
discusso e approvato gli investimenti ricadenti nel Piano Nazionale Ripresa e Resilienza
(PNRR) relative alla sanità territoriale: per Cesenatico è previsto l’ampliamento
dell’Ospedale Marconi con la creazione di OSCO (Ospedale di Comunità), COT (Centrale
Operativa Territoriale) e Casa della Salute.

Il progetto

Nell’accordo per la costruzione del Ciclodromo di Villamarina, il Comune di Cesenatico ha
ceduto una porzione di terreno ad AUSL che servirà per l’ampliamento dell’Ospedale
Marconi e la creazione di una nuova “Casa della Salute”. Si partirà dal Punto di Primo
Intervento che verrà migliorato con un potenziamento estivo, l’ampliamento della sala

d’attesa, migliorando anche gli spazi a disposizione del personale del 118, e arricchendolo con una
TAC utile per migliorare le diagnosi e ridurre gli spostamenti dei pazienti. Per quanto riguarda la
medicina specialistica uno degli obiettivi è ampliarne l’offerta, in particolare si prevede di
attivare un ambulatorio dedicato alla “Terapia del Dolore Cronico” che utilizzi varie tecniche e
approcci, tra i quali anche agopuntura e attività motoria adattata. Cesenatico rappresenta già
un’eccellenza del territorio nel campo della riabilitazione, ma bisogna essere ancora più ambiziosi.
La posizione dell’Ospedale Marconi è predisposta naturalmente a pensare in grande per
questo ambito: è vicino al mare, praticamente all’interno del Parco di Levante, a due passi
dalla piscina e dal nuovo ciclodromo che sta nascendo. Per questo Cesenatico può diventare
un vero distretto riabilitativo utilizzando le professionalità e gli strumenti all’avanguardia
dell’Ospedale, gli spazi naturali a disposizione, palestre e piscina. Infine, il progetto per la “Casa
della Salute” prevede un raddoppio degli spazi per i servizi territoriali, attualmente situati in
Largo San Giacomo, e una loro integrazione con quelli ospedalieri. Questo permetterà di
potenziare e integrare le attività di prevenzione e assistenza sanitaria e sociale di primo livello, in
particolare si prevede di attuare un programma di medicina proattiva per le persone con malattie
croniche (ad esempio diabete, scompenso cardiaco, eccetera) che saranno chiamate attivamente a
visite ed esami, come già avviene per gli screening oncologici. Un’attenzione particolare verrà
data ai programmi rivolti alle mamme e ai bambini per aiutarli in questa delicata fase della
vita e costruire le basi per un futuro in salute.

Le parole di Matteo Gozzoli

«La Regione dieci giorni fa ha scritto ad AUSL per definire l’elenco di interventi da inserire
all’interno degli investimenti del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR) in tema di
sanità e per l’ospedale di Cesenatico sono stati previsti tre tipi di potenziamento: l’ampliamento
dell’Ospedale Marconi porterà a Cesenatico l’Ospedale di Comunità (OSCO), la Casa della
Salute e la Centrale Operativa Territoriale (COT) con la funzione di coordinare i servizi
domiciliari con gli altri servizi sanitari, assicurando l’interfaccia con gli ospedali e la rete di
emergenza-urgenza. Cesenatico diventerà il riferimento per tutto il distretto del Rubicone. Tutto
questo è stato possibile grazie all’accordo di programma relativo alla costruzione del
Ciclodromo in cui il Comune di Cesenatico ha ceduto una porzione di terreno ad AUSL
Romagna. È un momento importante e direi storico per tutta la nostra città», le parole di Matteo
Gozzoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *