Forlì. Lapidario il sindaco Zattini: nuovo Dpcm condanna a morte per alcune attività

Dura presa di posizione del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini che giudica il nuovo Dpcm una condanna a morte di una serie di attività per le quali era già stato difficile sopravvivere durante e dopo il lockdown. Il primo cittadino non risparmia critiche nemmeno sulla didattica a distanza che definisce un modo improprio di risolvere il problema dei trasporti. Il sindaco afferma poi di non essere lontanamente sfiorato dall’idea di chiudere le piazze dopo le 21, facoltà contemplata all’interno del Dpcm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *