Gdf Roma sequestra patrimonio a imprenditore narcotraffico

(ANSA) – ROMA, 07 NOV – Militari del Comando Provinciale
della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito un provvedimento
di sequestro patrimoniale, su proposta della Direzione
Distrettuale Antimafia di Roma, per attività commerciali,
immobili, autovetture e disponibilità finanziarie, per un valore
complessivo di circa 1,7 milioni di euro, riconducibili a
Tassone Cosimo Damiano, 51 anni, ritenuto dalla Gdf “narcotrafficante calabrese operante nella capitale a capo di
una importante rete internazionale di trafficanti di sostanze
stupefacenti”.
    La figura del Tassone, spiega in una nota la Gdf, era emersa
nelle indagini condotte nell’ambito dell’operazione “Crazy
Hill”, condotta dal II Gruppo delle Fiamme Gialle e coordinata
dalla Dda, che, nel 2015, aveva consentito di sgominare un
potente sodalizio criminale con base a Roma e contatti operativi
in Germania, Olanda, Spagna e Inghilterra, in grado di
organizzare spedizioni via container o via aerea di ingenti
quantitativi di cocaina provenienti dal Sud America (Colombia,
Argentina e Brasile). (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte