Il Balletto di Roma sulle note di Astor Piazzolla: il 12 novembre a Cesena

 

 

Torna al Teatro Bonci di Cesena il Balletto di Roma, che apre la sezione danza venerdì 12 novembre
(ore 21.00) con Astor. Un secolo di Tango: la coreografia di Valerio Longo indaga una delle anime
profonde della musica di Piazzolla, il tema del viaggio, con le composizioni originali di Luca Salvadori,
Mario Stefano Pietrodarchi al bandoneón e alla fisarmonica e la regia di Carlos Branca.
La Compagnia inizia un nuovo viaggio tra le suggestioni e le sonorità del tango in occasione del centenario
della nascita di Astor Piazzolla (Mar del Plata, 11 marzo 1921), autore e interprete musicale tra i più
importanti di questa forma d’arte nata a fine ‘800 nei sobborghi di Buenos Aires. Astor è un “concerto di
danza” per immergersi nel “nuevo tango” e conoscere da vicino la storia del musicista.
Valerio Longo guida otto danzatori a compiere un viaggio fatto di respiri, abbracci e fusioni, al centro di
azioni coreografiche intense e astratte, dentro il moto ondulatorio del bandoneón. A curare tutti gli elementi
compositivi di quest’opera è la maestria di Carlos Branca, regista argentino di spicco sulla scena
internazionale.
Che l’idea del viaggio, dell’esilio e del ritorno, sia una delle ispirazioni del musicista sembra confermarlo un
dato postumo ed eclatante: l’intitolazione a lui, nel 2008, dell’aeroporto internazionale di Mar della Plata.
Nato dall’esigenza di comunicare tra culture, lingue e tradizioni diverse, il tango ci ricorda chi siamo, da
dove veniamo e qual è stato il percorso che ha indissolubilmente unito umanità distanti in un comune “non
luogo”, oltrepassando oceani e confini.
Proprio il mare è il fil rouge che unisce o separa nuovi mondi e speranze: uno spazio immenso da
attraversare dove si rischia di perdersi, vortice di riflussi che scandisce il ritmo di partenze e ritorni.
Astor rievoca i sentimenti degli odierni viaggiatori del mondo. Il ricorrente suono del mare prova a evocare
le traversate piene di sogni e di speranze di tanti emigranti, come gli antenati di Piazzolla, partiti
nell’Ottocento dall’Italia per cercare fortuna nel Nuovo Mondo, ma anche i suoi molti viaggi tra le Americhe
e l’Europa.
La voce di Jorge Luis Borges ci ricorda la sua collaborazione con il più grande scrittore argentino e il loro
legame complesso e innovativo con la tradizione del Tango.

«La biografia di Astor Piazzolla è scandita da tappe musicali precise, come è giusto che sia per un
musicista, momenti cruciali che si legano alle città e alle esperienze della sua vita. In un concerto di danza
a lui dedicato perciò era quasi inevitabile ripercorrere quel cammino, già tracciato, per raccontarlo – scrive
Luca Salvadori.
«Così è nata una vera e propria colonna sonora, fatta principalmente dalle sue musiche indimenticabili, ma
anche da altre, che lo hanno accompagnato e a volte influenzato: una serie di tracce e di memorie che
provano a divenire racconto, ad allargare lo sguardo sui luoghi e le epoche in cui Astor è cresciuto e
maturato come uomo e come artista».

Astor
Un secolo di Tango
concerto di danza
con Mario Stefano Pietrodarchi bandoneón e fisarmonica
e i danzatori del Balletto di Roma
Paolo Barbonaglia, Cecilia Borghese, Roberta De Simone, Alessio Di Traglia,
Serena Marchese, Francesco Moro, Lorenzo Petri, Giulia Strambini
concept Luciano Carratoni
coreografia Valerio Longo
regia Carlos Branca
musica Astor Piazzolla
arrangiamenti e musiche originali Luca Salvadori
light designer Carlo Cerri
costumi Silvia Califano
produzione Balletto di Roma
con il contributo del Ministero della Cultura
il progetto è sostenuto dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo
con il patrocinio di Embajada de la República Argentina/ República Italiana

Informazioni
Teatro Bonci, Piazza Guidazzi – Cesena
Biglietteria da lunedì a sabato dalle 10.00 alle 14.00; nei giorni di rappresentazione aperta anche dalle ore
17.00 alle 19.00, poi dalle ore 20.00 fino ad inizio spettacolo. Le domeniche di rappresentazione diurna
aperta dalle ore 14.30.
info@teatrobonci.it | cesena.emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.it
Biglietti da 26 a 15 euro.

Dal 6 agosto, in base all’art. 3 DL n.105 23/07/2021, per accedere ai luoghi di spettacolo, oltre all’obbligo di indossarela mascherina, è necessario avere il Green Pass. All’ingresso il personale di sala incaricato chiederà di  mostrare il QR code digitale o cartaceo. Per i minori di 12 anni non è previsto l’obbligo del Green Pass.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *