La sinistra in delirio per Biden: “Mi abbraccio da solo”

Il commissario europeo per l’Economia Paolo Gentiloni si abbraccia da solo. Lo ha detto lui stesso. L’ex presidente del Consiglio ha voluto esprimere così la sua gioia per la vittoria di Joe Biden, che dovrà tuttavia passare da una serie di ricorsi che Trump ha annunciato da più di un giorno. La sinistra italiana tuttavia festeggia, con Gentiloni in testa: “Una giornata indimenticabile per l’Europa e la democrazia. Mi sto abbracciando da solo”, ha scritto su Twitter il politico che è succeduto a Matteo Renzi alla presidenza del Consiglio dei ministri qualche anno fa. Un modo sincero, insomma, per manifestare contentezza. Ma i toni del centrosinistra in Italia sono più o meno gli stessi da qualche minuto a questa parte. La vittoria di Biden, del resto, rappresenta anche la fine – magari temporanea – della vera icona del sovranismo contemporaneo, ossia Donald Trump.

Il segretario del Partito Democratico e governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha optato per una missiva. Una lettera in cui, stando a quanto ripercorso dalla agenzia Nova, ha scritto pure quanto segue: “Caro signor presidente, caro Joe – ha fatto presente Zingaretti – Le mie più sentite congratulazioni per la sua elezione a Presidente degli Stati Uniti d’America! ​La famiglia italiana del Partito Democratico è profondamente entusiasta della tua vittoria e allo stesso tempo toccata dalla tua tenacia e resilienza. Che tu possa ricevere da noi tutta la gioia e il sostegno che meriti! Il tuo esempio illumina l’oscurità che caratterizza questo difficile periodo che stiamo attraversando. ​Oggi abbiamo imparato che libertà e diritti umani sono strettamente interconnessi con determinazione e verità”. Zingaretti ha aggiunto che il mondo ha necessità di “più America”, nel senso aperturista del “sogno americano” che la narrativa liberal-democratica conosce bene. Quella che Trump, secondo i suoi critici, aveva interrotto colpevolmente.

Tra i più felici c’è di sicuro il fondatore di Italia Viva e senatore Matteo Renzi, che rispetto agli altri può vantare di aver in qualche modo collaborato con Joe Biden. Renzi e Biden si sono incontrati quando il primo era incaricato a palazzo Chigi. E la prossimità politica tra la corrente di Obama ed il renzismo non è un mistero. L’ex sindaco di Firenze ha postato su suoi canali social una foto che lo ritrae col nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. Anche il MoVimento 5 Stelle, poi, ha voluto esultare: uno dei casi balzati agli onori delle cronache è quello dell’europarlamentare Fabio Massimo Castaldo, che attraverso una nota stampa ripresa pure dalla Lapresse, si è congratulato con Biden per la vittoria: “Desidero esprimere le mie più vive congratulazioni a Joe Biden per l’elezione a Presidente degli Stati Uniti. La sua vittoria – ha continuato il grillino – rafforza la speranza di un forte rilancio delle relazioni transatlantiche: oggi più che mai abbiamo bisogno di un solido asse tra Bruxelles e Washington per promuovere il multilateralismo, contrastare la pandemia del Covid-19, ricostruire le nostre economie all’insegna della sostenibilità ambientale e affrontare insieme la terribile minaccia del terrorismo. L’amicizia e l’alleanza strategica fra Stati Uniti e Unione europea sono e devono rimanere imperiture”, ha continuato l’esponente pentastellato.

Il MoVimento 5 Stelle, insomma, non sembra volersi più distanziare dalle prese di posizioni del centrosinistra tradizionalmente inteso. Vale la pena sottolineare, però, come Castaldo sia anche il vicepresidente del Parlamento europeo. Possibile dunque che il suo sia un presupposto istituzionale. Più espliciti, invece, sono stati i senatori del MoVimento: “Congratulazioni al presidente eletto Joe Biden, al quale auguriamo un buon lavoro. Grandi sfide lo attendono non solo nel suo Paese, dalla questione razziale a quella ambientale, ma anche a livello globale. Auspichiamo che la nuova amministrazione inauguri una nuova politica di pace e distensione, dal Medio Oriente alla Russia alla Cina, e un ritorno al multilateralismo e alla collaborazione con gli alleati europei su tutti i dossier di comune interesse, dal commercio al clima, dalla sicurezza alla lotta al Covid”, hanno fatto sapere i grillini che a palazzo Madama fanno parte della commissione dedicata agli Esteri. Un accento, quindi, è stato posto sulle tematiche ecologiche, mentre un altro è stato usato per la gestione della pandemia.

In buona sostanza, tutto il governo giallorosso ha espresso soddisfazione per il trionfo di Joe Biden alle elezioni presidenziali del 2020.



Fonte originale: Leggi ora la fonte