Longiano. 4 appuntamenti  alla scoperta di DANTE ALIGHIERI

LONGIANO (FC)

FONDAZIONE TITO BALESTRA

SALA DELL’ARENGO

4 appuntamenti  alla scoperta di DANTE ALIGHIERI

DAL 6 NOVEMBRE AL 10 DICEMBRE

Da Dante in dialetto, al cinema, alla musica fino al fumetto

 

Gli incontri si inseriscono negli eventi collaterali della mostra

 “Le pagine di Dante- Chicche dantesche della donazione Angelucci”

 

 

La Fondazione Tito Balestra Onlus continua nel suo lavoro di ricerca e di divulgazione a corredo della mostra “le pagine di Dante- chicche dantesche della donazione Angelucci” allestita presso la ex Chiesa Madonna di Loreto e visitabile fino al 31 dicembre 2021 e lo fa con quattro appuntamenti intitolati La Fondazione Tito Balestra Incontra Dante Alighieri; da Dante in dialetto, al cinema, alla musica fino al fumetto

 

Gli appuntamenti tutti ad ingresso gratuito – consigliata la prenotazione- daranno modo al pubblico di conoscere ed apprezzare sfumature,  ogni volta diverse,  dell’universo dantesco.

Si inizia sabato 6 con la Divina Commedia in dialetto a cura dello studioso e poeta Giuseppe Bellosi che racconterà e reciterà del rapporto tra i romagnoli e il sommo poeta.  Gli incontri  proseguono  sabato 27 novembre  con l’interessantissimo docufilm  di Fabio melelli e Michele Patucca “ Dante e la commedia nella storia del cinema” nel documentario viene analizzata la ricca filmografia ispirata a Dante e alla Divina Commedia, dagli anni del Muto fino ai giorni nostri.

Attesissimo l’appuntamento di sabato 4 dicembre  con l’illustratore americano George Cochrane che presenterà il suo prezioso manoscritto miniato e illustrato  della Divina Commedia edito da facsimile finder.

Venerdì 10 dicembre L’ultimo appuntamento e tanto per rimanere in tema di chicche è curato dal maestro internazionale Piero Bonaguri che presenterà “o donna a cui la mia speranza vige un percorso tra musica e testi danteschi con Piero Bonaguri alla chitarra  e Paola Contini voce recitante, Lo spettacolo propone un itinerario originale attraverso alcuni testi danteschi (scelti da “La Vita Nuova” e dalla Divina Commedia), itinerario che potrebbe essere sintetizzato dall’espressione “Dante salvato dall’amore di Beatrice”.

 

 

Info e prenotazioni 0547665850 info@fondazionetitobalestra.org ingresso libero con prenotazione consigliata

Il museo d’arte Fondazione Tito Balestra si attiene alle normative vigenti per il contenimento Covid 19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *