LONGIANO. AL TEATRO PETRELLA LE GATTOPARDE DELLE NINA’S DRAG QUEENS

AL TEATRO PETRELLA LE GATTOPARDE DELLE NINA’S DRAG QUEENS

Sabato 25 settembre (ore 21) il cartellone Play Teatro al via

con un’ultima festa prima della fine del mondo

Un atto liberatorio nello stile della «Carrà, che si liberò dal giogo

della lacca con i suoi famosi colpi di testa»

Longiano, 20 settembre 2021 – Sono in grado di fare convivere le movenze di Raffaella Carrà con le arie di Giuseppe Verdi, i film di David Lynch e i capelli di Moira Orfei. Loro sono le Nina’s Drag Queens, di scena sabato 25 settembre (ore 21) sul palco del Teatro Petrella di Longiano con il loro nuovo lavoro Le Gattoparde – L’ultima festa prima della fine del mondo: primo appuntamento del terzo movimento della stagione 2020-21 Play Teatro.

Le Gattoparde, nasce prendendo spunto da Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa – pietra miliare della nostra letteratura – ma anche dalla trasposizione cinematografica – opera altrettanto celeberrima – di Luchino Visconti. E ci sono anche le “immortali” scene della festa da ballo del film del 1963 – scolpite nei nostri immaginari dalla grazia e bellezza dei due attori protagonisti, Claudia Cardinale e Alain Delon -, quale punto di partenza di questo spettacolo concepito dalla compagnia per la Biennale Teatro 2020 diretta da Antonio Latella, il cui tema di indagine era la censura.

Nello stile delle Nina’s Drag Queens, già applaudite dal pubblico del Petrella per il loro precedente lavoro Queen LeaR, Le Gattoparde è una commedia rumorosa e danzante, un valzer in cui si mescolano sacro e profano, letteratura e canzonetta, barocco siciliano e pop scatenato.

In uno spazio scenico essenziale, le drag queen Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Sax Nicosia, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò (che firma anche la regia) si offriranno alla vista, smaccate ed eccessive, più che mai creature ibride, caratterizzate da una compresenza di segni maschili e femminili, avvolte da canzoni e impegnate in interminabili danze.

«Questo non è un adattamento del Gattopardo – spiegano dalla compagnia – ma un’invenzione, un ragionamento scenico, una follia in forma di teatro. Guardando il nostro passato (nazionale, culturale e personale) e guardando il presente (continuamente risospinto nel passato) cerchiamo un altrove: se non il futuro, la possibilità di immaginarlo. Alla ricerca di uno spettacolo che sia libero, proprio come la Carrà, che si liberò dal giogo della lacca con i suoi famosi colpi di testa».

Le Gattopardefrutto anche di riflessioni scaturite dai grandi cambiamenti imposti dalla pandemia – «è una grande festa cui è invitato tutto il paese: un ballo lungo tutta una vita e tutta una Storia, un eterno e ciclico presente che non trova sbocchi, la trappola di una bellezza mortale che addormenta le coscienze, una continua rivoluzione mancata».

Nina’s Drag Queens

La compagnia nasce nel 2007 al Teatro Ringhiera di Milano e avvia un percorso di ricerca legato alla rilettura e riscoperta dei classici teatrali. I loro lavori, tra i quali Nina’s Radio Night (2011), Il Giardino delle Ciliegie (2012), DragPennyOpera (2015), Vedi alla Voce Alma (2016), Queen LeaR (2019), Le Gattoparde (2020), sono stati in tournée in Italia e hanno partecipato a festival come il Fringe di Edimburgo e la Biennale Teatro di Venezia.

Il cartellone della stagione 2020-21 del Teatro Petrella è un progetto di Cronopios e Comune di Longiano, con il sostegno di Orogel e il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

INFO E PRENOTAZIONI: www.teatropetrella.it

Biglietti in vendita su vivaticket.it

Prenotazioni telefoniche allo 0547 666008 da giovedì 23 settembre dalle ore 17:00 alle ore 20:00

Il giorno dello spettacolo 2 ore prima dello spettacolo

Le Gattoparde

Le Gattoparde

Le Gattoparde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *