Perché No Vax nonostante l’evidenza … di Sergio Pizzolante

C’è una evidenza: con, più o meno, lo stesso numero di contagi di un anno fa, ci sono un decimo di morti al giorno rispetto ad allora.
Così le terapie intensive, ect.
Un’altra evidenza e’ che l’Italia, con il Green Pass è messa molto meglio degli altri Paesi europei.
Ma l’evidenza non basta.
Perché?
I conduttori televisivi fanno continuamente questa domanda ai loro illustri ospiti.
Nessuno risponde.
Perché allora?
Lasciamo perdere coloro, non pochi, che proprio hanno paura della puntura, del siero della malattia, che ti entra nel corpo per combattere la malattia.
È un istinto avverso antico. Non banale.
Lasciamo stare chi ha un pregiudizio verso i farmaci. In genere.
Ho visto persone impazzire con il mal di testa pur di non prendere un antidolorifico.
Molti di questi si sono già convinti.
Gli altri, gli “impavidi” combattenti contro le Big Pharma, perché lo fanno?
Non c’è una sola risposta.
Provo a dirne una.
Non è una novità.
Ci sono virus e virus.
Ci sono quelli biologici.
Ci sono quelli ideologici, paraideologici.
I secondi, in alcuni soggetti, non pochi, sono più potenti dei primi.
Da sempre. Non da oggi.
È il virus( per molti inconsapevolmente) del pregiudizio ideologico.
Che ti porta a non credere alla realtà. Mai.
C’è sempre qualcosa dietro. Sempre.
Tu credi in una società perfetta, perché te lo hanno detto, perché te lo sei detto, e pensi che ci sia qualcuno che rema contro.
Per tornaconto personale o di gruppi.
Le cose non accadono. Pensi.
C’è sempre qualcuno che le fa accadere per propria utilità. Pensi.
Il capitalismo, le multinazionali, le Big Pharma, appunto, le molli e corrotte democrazie occidentali, la corruzione, le plutocrazie, gli ebrei, le massonerie. Il nemico è ovunque. Quante volte è successo?
Ricordate la chiamata alle armi di Benito?
“Scendiamo in campo contro le democrazie plutocratiche e reazionarie dell’Occidente, che, in ogni tempo, hanno ostacolato la marcia, e spesso insidiato l’esistenza medesima del popolo italiano”.
Ricordate la canzone di Gaber?
“Qualcuno era comunista perché vedeva la Russia come una promessa
La Cina come una poesia, il comunismo come il paradiso terrestre…
Qualcuno era comunista perché glielo avevano detto
Qualcuno era comunista perché non gli avevano detto tutto…
Qualcuno era comunista perché era così ateo che aveva bisogno di un altro Dio…
Qualcuno era comunista perché la rivoluzione? Oggi, no
Domani forse ma dopodomani sicuramente
Qualcuno era comunista perché:
“La borghesia, il proletariato, la lotta di classe, cazzo”
Qualcuno era comunista perché guardava solo Rai3…
Qualcuno era comunista perché aveva scambiato il materialismo dialettico
Per il Vangelo secondo Lenin…
Qualcuno era comunista perché era più comunista degli altri…
Qualcuno era comunista perché,
peggio che da noi, solo l’Uganda…
Qualcuno era comunista perché chi era contro, era comunista…”
Assonanze? Evidenti.
Consapevoli? No, molto spesso no.
Ma nemmeno prima.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, in piedi e spazio al chiuso
Visita il Centro informazioni sul COVID-19 per risorse sui vaccini.
Ottieni informazioni sui vaccini

Mi piace

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *