Seduti accanto a Zaki, sagome in biblioteche ateneo Bologna

In attesa di rivederlo in carne e ossa tra studenti, libri e banchi, l’Università di Bologna moltiplica le sagome di cartone di Patrick George Zaki che da oggi faranno compagnia ai ragazzi di alcune biblioteche e sale studi dell’ateneo.

Gli studenti di Bologna e dei suoi Campus potranno quindi studiare accanto all’immagine di Zaki, realizzata dall’artista Gianluca Costantini, che occuperà le sedie libere per mantenere il distanziamento fisico anti Covid-19. Lo studente di 29 anni, egiziano, iscritto al Master Gemma a Bologna, è in carcere in Egitto da più di otto mesi per accuse che annoverano anche la propaganda sovversiva su Facebook. Per il ricercatore l’ultima udienza di inizio ottobre ha stabilità una detenzione cautelare di altri 45 giorni.

Progetto aggiuntivo di sensibilizzazione nella biblioteca Mario Gattullo del Dipartimento di Scienze dell’Educazione e nella biblioteca Silvana Contento Dipartimento di Psicologia dell’Alma Mater: un collage fotografico ritrarrà funzionari e visitatori delle biblioteche, impegnati a “donare” una frase selezionata dagli scaffali di ciascuna biblioteca. Un modo di prendere parola per sensibilizzare alla libertà di espressione e di sostegno ai diritti civili.


Fonte originale: Leggi ora la fonte