Serie A: Atalanta Inter, Genoa Roma

In campo domenica alle 15  Atalanta Inter, Genoa Roma e Torino-Crotone, alle 18 Bologna-Napoli.

Gasperini “Inter grande, tra alti e bassi” – “Viviamo di presente che è la partita con l’Inter, da giocare con una buona posizione in classifica: la Champions, per quanto abbiamo perso male, è ancora tutta da giocare”. Alla vigilia della sfida tra nerazzurre, l’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini prova a chiudere lo 0-5 di martedì con Liverpool nel cassetto. Probabili alcune variazioni in formazione: “Servono adeguamenti alla situazione e al momento, perché stiamo subendo qualche gol di troppo. Servono più attenzione e protezione: non significa stravolgere la squadra, ma trovare accorgimenti – riflette il tecnico dei bergamaschi nell’intervista registrata sul canale YouTube del club, rispondendo alle domande fattegli pervenire dai giornalisti -. Abbiamo ancora qualche defezione: a parte Gosens e De Roon mancherà anche Palomino. Ruggeri, Sutalo e Pessina? Magari in corsa, se non per tutta la partita. Miranchuk invece fisicamente sta bene, ma la necessità più impellente è a centrocampo, in difesa e sugli esterni: non è una priorità in questo momento”. Sull’avversario, poche parole: “L’Inter è una grande squadra con alti e bassi nelle ultime prestazioni come tante, il momento è questo. Sarà una partita impegnativa e difficile per entrambe le squadre, può dirci qual è la nostra condizione. La sosta chiude una fase di alti e bassi”. Un aneddoto sul collega Antonio Conte: “Qualche volta durante il recupero dagli infortuni è stato con la mia Primavera della Juventus, giocando con lo stesso entusiasmo. Un grande professionista, è sempre stato un piacere avere a che fare con lui”.

Conte ritrova Lukaku, serve grande partita – Antonio Conte è preoccupato per la situazione provocata dal Covid, riconosce che all’interno della squadra c’è un po’ di stanchezza per il tour de force tra campionato e Champions. Dopo la ‘schiaffo’ di Madrid, cerca il riscatto contro l’Atalanta grazie anche a Lukaku che torna fra i convocati. La congiuntura non è delle migliori, anche Daniele Padelli è risultato positivo al Covid (asintomatico), mentre Gagliardini e Radu dovranno ripetere il tampone. Domani si gioca in zona rossa e Conte richiama quegli aspetti umani troppo spesso trascurati di fronte all’avanzata della pandemia. “Inutile dire che non influisca perché – dice il tecnico nerazzurro – a differenza del passato oggi siamo molto più colpiti, tanto i calciatori quanto le famiglie a casa. La situazione non è semplice per nessuno ma la dobbiamo affrontare. Spesso qualcuno se ne dimentica ma al di là dell’aspetto sportivo c’è quello umano che viene tralasciato in favore di altre cose. Non è semplice per chi deve gestire queste situazioni”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte