Serie A: Spezia-Juventus e Torino Lazio

Alle 15 domenica in campo Spezia-Juventus e Torino Lazio, alle 18 Roma-Fiorentina e Napoli-Sassuolo

Juve ritrova CR7,con noi contro Spezia ma non dal 1′ – Diciannove giorni di quarantena sono tanti, così Andrea Pirlo studia il modo migliore per reinserire Cristiano Ronaldo nella Juventus, impegnata domani in trasferta contro lo Spezia. “Valuteremo le sue condizioni, ha lavorato da casa ma sicuramente non è la stessa cosa di allenarsi sul campo – le parole del tecnico sul portoghese tornato a disposizione – e non partirà dall’inizio, ma è talmente importante che lo portiamo con noi a Cesena”.

Toro, contro la Lazio per crescita e autostima – Il presidente Urbano Cairo, sotto osservazione all’Ospedale San Paolo di Milano, manda un messaggio attraverso Instagram: “Sto abbastanza bene – scrive dopo aver contratto il Covid – ma volevo dirvi di non sottovalutare questo virus, ringrazio i tantissimi che mi hanno scritto e mi hanno fatto sentire davvero tanto affetto”. Tra questi c’è anche il tecnico del Torino, Marco Giampaolo. “Gli facciamo gli auguri di pronta guarigione. Siamo stati vicini nell’ultima partita, seppur rispettando il distanziamento” sono le parole che il tecnico granata affida ai microfoni di Torino Channel alla vigilia della sfida contro la Lazio.

Roma: Fonseca con il dubbio Smalling– Fiorentina, Cluj e Genoa: tre match che separano la Roma dalla sosta per le nazionali e domani all’Olimpico ci sarà il primo di questi impegni. Nella Capitale arriva la squadra di Iachini e Fonseca deve sciogliere un solo dubbio di formazione. “Vediamo se giocherà Smalling” ha detto il portoghese in conferenza stampa. Il ballottaggio è con Kumbulla, mentre il resto dell’undici è scritto: in porta torna Mirante, mentre a completare la linea difensiva ci saranno Ibanez e Mancini. A centrocampo Bruno Peres e Spinazzola sulle fasce con in mezzo Veretout e Pellegrini. In attacco spazio al tridente over 30 con Mkhitaryan e Pedro dietro a Dzeko.

Gattuso con Osimhen per sfida a Sassuolo – Tre vittorie, 14 gol fatti e solo 2 subiti, tutti negativi. Il Napoli guarda con entusiasmo ai numeri dell’avvio della stagione, macchiata solo dallo 0-3 a tavolino contro la Juventus che il club azzurro proverà a ribaltare probabilmente il 9 novembre nell’appello davanti alla corte sportiva. Domani però l’ostacolo è nuovamente in campo con la sfida al Sassuolo ormai non più sorpresa ma realtà permanente di un campionato in cui è appaiato in classifica a Mertens e compagni a 11 punti


Fonte originale: Leggi ora la fonte