SICUREZZA. LAMORGESE ‘DESAPARECIDA’ CON PAESE ALLO SBANDO, MORRONE: ANCHE A IMOLA STRANIERO POSITIVO AL COVID IN FUGA

 

Roma, 29 settembre. “Se il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese è viva batta un colpo. E’ di oggi la notizia che un immigrato clandestino afghano positivo al Covid 19 è fuggito dall’hotel di Imola, nel bolognese, dove era in ‘isolamento fiduciario’ per la quarantena. Il Paese è sempre più allo sbando, con una situazione sicurezza fuori controllo. Non lo diciamo noi, ma le notizie che trapelano, riuscendo ad emergere dalla cortina dei ‘silenzi’ politicamente corretti. Notizie che preoccupano molto: sbarchi continui di stranieri irregolari, clandestini positivi al Covid che in numero sempre maggiore fuggono dalle strutture dove sono ricoverati muovendosi impunemente sul territorio, incremento di reati, furti e aggressioni anche per pochi spiccioli, aree ormai off limits occupate dalla criminalità straniera e italiana, ecc. A fronte di questo quadro drammatico, l’unica preoccupazione del Governo Conte e della sua stampella PD è cancellare i decreti sicurezza e concedere la cittadinanza facile. Qualunque Governo capace, serio e motivato darebbe la priorità a ripristinare confini e legalità, garantendo tutele e sicurezze agli italiani con una presenza solida e concreta dello Stato nel territorio. Purtroppo, l’obiettivo prioritario di Conte e colleghi va in tutt’altra direzione”.
Così in una nota il parlamentare della Lega Jacopo Morrone.

Ufficio Stampa Lega Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *