Sindaco Codogno,pronti a ricorso su Dpcm

(ANSA) – LODI, 01 NOV – In una lettera aperta il sindaco
di Codogno, Francesco Passerini, con i colleghi sindaci e
consiglieri metropolitani e provinciali lombardi, ha scritto al
premier Giuseppe Conte per “esprimere la nostra ferma
contrarietà al Dpcm firmato lo scorso 24 ottobre”. “Abbiamo il
dovere di salvaguardare i nostri cittadini – si legge nella
missiva – le categorie e le attività produttive più colpite dal
recente decreto, già allo stremo delle proprie forze dopo il
lockdown dei mesi scorsi. Si tratta di scelte miopi, che
affossano l’economia e di conseguenza mettono a repentaglio la
salute stessa. (…) Poi l’annuncio: “Noi amministratori non ci
stiamo e siamo pronti a ricorrere contro questo decreto
ingiusto, per tutelare tutte quelle attività che meritano di
continuare a lavorare e tutti i cittadini lombardi che devono
poter vivere in modo dignitoso”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte