Sparatoria Questura: Trieste abbraccia i suoi figli

(ANSA) – TRIESTE, 02 OTT – Il Consiglio comunale di Trieste
si è riunito oggi nel Teatro verdi di Trieste e ha consegnato la
cittadinanza onoraria ai familiari dei due agenti uccisi, Matteo
Demenego e Pierluigi Rotta, nel corso di una toccante cerimonia.
    “Trieste c’è”, la “città è stretta intorno a loro” e “Trieste
non dimentica” ha detto il sindaco della città, Roberto
Dipiazza, sottolineando le garanzie di “sicurezza, libertà e
democrazie” assicurate dalle forze dell’ordine e segnalando “l’immenso dolore” causato dalla morte dei due agenti. “Un
grande abbraccio ai nostri ragazzi”, ha concluso il sindaco,
parole seguite da un applauso e dal pubblico che si è alzato in
piedi.
    La città si è stretta intorno ai “suoi figli”, poco prima era
stata scoperta una targa toponomastica ai due agenti, nella
strada davanti alla Questura. In entrambi gli appuntamenti era
presente il Capo della Polizia, Franco Gabrielli. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte