Toti: Beppe Carletti, esternazione dettata da cattiveria

“Sono disarmato e non capisco le affermazioni del governatore della Liguria, o chi per lui le ha fatte. Ci sono tanti imprenditori ultrasettantenni che dirigono aziende con numerosi dipendenti, ci sono nonni che contribuiscono alla crescita della famiglia accudendo i nipoti quando i genitori sono al lavoro e insegnando loro i valori che stanno nella loro esperienza ed umanità”. Lo dice un musicista, Beppe Carletti, storico fondatore dei Nomadi, rimasto sorpreso dalle parole del presidente ligure sugli anziani.
    “Ho 74 anni, di lavoro faccio il musicista e da 57 anni porto avanti un’idea, un progetto: il gruppo musicale i Nomadi – ha scritto in una lettera all’ANSA -.Tutto nacque da me e Augusto, ma alla sua morte ho continuato. Sono disarmato e non capisco le affermazioni del governatore della Liguria, o chi per lui le ha fatte”.
    Carletti ricorda che “molti di questi ultrasettantenni hanno contributo alla rinascita dell’Italia e cosa facciamo adesso? Li accantoniamo? Un bene prezioso nel momento in cui stiamo vivendo. Non comprendo quell’affermazione, mi auguro, anche se non meno grave, dettata dalla leggerezza e dalla supponenza di superiorità verso gli altri. Un’esternazione di impulso, per certi versi offensiva, dettata dalla cattiveria”. 
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte