Verghereto. Famiglie multate perché andavano a camminare nei boschi

In molti mi state chiedendo se è vero quello che scrivono i giornali, ossia che siamo stati multati per essere andati a fare una passaggiata sul Monte Fumaiolo.
Confermo. Sono arrivate alle 9,15 due pattuglie dei carabinieri di Verghereto che poi hanno chiesto rinforzo ai carabinieri di Sarsina in quanto dopo 2 ore ancora non avevano finito di scrivere i verbali.
Eravamo circa 30-40 persone, molte famiglie con bambini e anche 2 donne incinta. Siamo stati gentili nei loro confronti che accettano, spesso di malavoglia, di eseguire degli ordini e che subiscono la situazione tanto quanto noi.
Eravamo consapevoli che sarebbe potuto succedere e in molti hanno deciso di prendere la multa anche se sarebbero tranquillamente potuti andare via senza essere fermati.
Faremo ricorso alla multe e molto probabilmente non le dovremo mai pagare, e anche se le dovremo pagare la nostra libertà avrà certamente un prezzo molto più alto.
Per tutti noi è stata comunque una giornata molto positiva dove ha prevalso l’amore sulla paura, la gioia sulla tristezza, il gruppo sull’individualità!
Continueremo ad incontrarci liberamente e a vivere rispettando la costituzione e i diritti fondamentali dell’uomo.
La disobbedienza civile diviene un dovere sacro quando lo Stato diviene dispotico o, il che e’ la stessa cosa, corrotto.
E un cittadino che scende a patti con un simile Stato e’ partecipe della sua corruzione e del suo dispotismo.
E’ possibile domandarsi se e’ corretto ricorrere alla disobbedienza civile rispetto a questa o quella disposizione o a questa o quella legge; e’ lecito raccomandare ponderazione e prudenza. Ma il diritto in se’ non puo’ essere messo in discussione.
E’ un diritto naturale a cui non si puo’ rinunciare senza rinunciare al rispetto di se stessi.
Da M.K. Gandhi ai lettori di “Young India”, 1922.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *